Oltre che durante l’attività istituzionale rappresentata dai lavori del Forum, che si riunisce ogni terzo martedì del mese, i membri delle diverse Comunità si incontrano in occasione delle principali festività di ciascuna confessione, per un momento di scambio e di reciproca conoscenza, basi imprescindibili per il rispetto e la convivenza civile, e organizzano iniziative per e verso la Città..

Fra le altre, per esempio, la Tenda del Silenzio alle Colonne di San Lorenzo; la celebrazione dell’Iftar, la rottura quotidiana del digiuno durante il Ramadan, organizzata dalla Comunità di Sant’Egidio in collaborazione con le Comunità Islamiche; l’accoglienza francescana per la memoria dello “Spirito di Assisi” a Sant’Angelo; e la preghiera inter-religiosa per la pace che si tiene ogni anno in occasione del Vesak, la principale ricorrenza buddhista, presso il Kunpen Lama Gangchen. Un altro appuntamento importante è la Festa della luce, organizzato dall’Unione Induista Milano, per celebrare i valori universali del dialogo e della non violenza.

Nel 2015 abbiamo attivamente partecipato a Expo, con una marcia che ha attraversato l’esposizione universale e un dibattito pubblico su “Religioni, cibo dello spirito”, e abbiamo dato vita all’allestimento e ad alcune attività della Casa del dialogo.

Insieme al Consiglio delle Chiese Cristiane, il Forum gestisce l’Oasi del Silenzio, spazio inter-religioso presso la Fiera Rho-Milano, e collaborerà anche negli analoghi luoghi in via di realizzazione degli aeroporti di Milano Linate e Malpensa.

Durante gli incontri, invece, i rappresentanti delle varie fedi condividono i propri riti con gli altri, dedicando le preghiere alla pace e realizzando così una fratellanza permeata di sacro, che non sfocia mai nel sincretismo ma che bensì esalta le peculiarità di ogni tradizione spirituale, realizzando lo scopo comune a ogni religione: l’ottenimento, per ogni praticante, della pace interiore, che è il più solido fondamento per la pace nel mondo.

Crediamo che partecipare a tali momenti sia istruttivo e confortante per chiunque perché dimostrano concretamente come, attraverso il rispetto, la fiducia e l’apertura sincera dei nostri cuori e delle nostre menti, sia possibile superare le diversità e i pregiudizi, riconoscendo a ogni tradizione religiosa uguale dignità e diritto di espressione, e creare le cause per la convivenza pacifica e armoniosa di tutti con tutti: nessuno escluso, nessuno abbandonato, nessuno perseguitato.

Siete tutti invitati a partecipare alle prossime iniziative per sperimentare personalmente il clima di reciproca accoglienza e di sincero rispetto che siamo riusciti a costruire in questi anni e che ci piacerebbe condividere con tutti, credenti e non.

 

 

Nella galleria fotografica potrete vedere alcuni di questi incontri del Forum!